Non hai chiuso occhio perché la vicina non rispetta gli orari condominiali e ha usato l’aspirapolvere alle due di notte? Il figlio degli inquilini del primo piano ha iniziato le prove del concerto di flauto appena hai poggiato la testa sul cuscino? Lascia stare i tappi per le orecchie e scopri quali sono le vere soluzioni alle tue notti insonni.

Impara a sfruttare l’assemblea condominiale

Gli orari condominiali vengono stabiliti dal regolamento condominiale. Di norma, gli orari in cui si può fare rumore vanno dalle 08:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 21:00. Nel caso in cui un condomino non li rispettasse, puoi rivolgerti all’assemblea condominiale. Qui, puoi parlare con il diretto interessato o riportare il tuo disagio all’amministratore di condominio, il quale dovrebbe provvedere a riportare la pace!

Cerchi un posto dove organizzare la tua assemblea condominiale? L’ingresso del tuo palazzo non è abbastanza spazioso e il soggiorno della signora Maria sa sempre di friggione? La soluzione più semplice è organizzare la tua riunione in uno spazio esterno come la sala di un Business Center. Se sei di Bologna, devi assolutamente provare la Sala meeting di OSCARD Business Center. Moderna, comoda e centralissima, cosa aspetti a chiamare per qualche info?

Ma torniamo a nostri orari condominiali ed entriamo un po’ di più nel dettaglio.

Cosa dice la legge sugli orari condominiali?

Se i tuoi reclami non hanno funzionato, lascia perdere le vendette e procedi con una soluzione più pratica. Fortunatamente, la legge tutela coloro che vivono in condominio con delle sanzioni rivolte a chi non rispetta gli orari condominiali.

Va sottolineato, però, che non esiste una legge in particolare sugli orari di condominio, poiché questi, come anticipato, si trovano nel regolamento condominiale e quindi possono variare. In ogni caso, puoi ricorrere alla tutela civile, quando si tratta di rumori che superano la “normale tollerabilità”. Per informazioni dettagliate, ti consiglio di leggere questo articolo sulle immissioni di rumore.

Intanto, puoi dire alla signora Maria (sempre lei!) che, se continua con quell’aspirapolvere, potrebbe dover pagare fino a 200€ di sanzione. Sono sicura che così troverete un accordo.

Tips sui rumori in casa

Nel frattempo, ti lascio qui alcuni consigli preziosi su come ridurre i rumori in casa, che potrebbero tornare utili anche a te! Se tutti collaborassimo nel rispettare gli orari condominiali, dormiremmo sicuramente sonni più tranquilli.

Non è necessario investire in grandi ristrutturazioni, basta, ad esempio, collocare i mobili più grandi, come armadi e librerie, lungo le pareti che sono in comune con gli altri appartamenti, limitando così la diffusione dei suoni da una stanza all’altra.

Puoi decorare anche le tue pareti con tessuti pesanti come tende, tappeti e runner di lana che contribuiscono a dare un tocco creativo e allo stesso tempo fungono da isolanti.

Tappeti e moquette funzionano bene anche per isolare i paventi. Creando degli strati spessi, bloccherai i rumori del piano di sotto in maniera significativa. Un altro materiale che funziona molto bene come isolante è il sughero: conveniente, facile da installare, efficace!

Ora che sai tutto sugli orari condominiali e su come farli rispettare, perché non inoltri questo articolo ai tuoi vicini?

Spero di esserti stata utile #nostress

Condividi questo articolo!